Techintime: Insieme alla redazione interna del gruppo abbiamo fatto crescere ed evolvere un magazine che inizialmente assomigliava a una ricca brochure istituzionale essendo concentrata più sul prodotto che sulle persone. In anni di lavoro, unendo le due sensibilità,  siamo riusciti a riequilibrare i pesi rimodernizzando il tutto e dando un volto sempre più umano e contemporaneo all'azienda. Abbiamo faticosamente  introdotto i ritratti dei protagonisti e combattuto per una superiore qualità del materiale fotografico introducendo infografica, illustrazioni e tagli grafici più coraggiosi. Gli ingegneri non sono soggetti facili, sempre in viaggio e poco avvezzi ai set fotografici, per questo la scelta è ricaduta su un fotografo capace di cogliere bene e velocemente l'anima delle persone in modo mai banale: Cesare Cicardini. La sua esperienza con sfuggenti personaggi dello spettacolo e della cultura è senza dubbio servita.


Welcome Kit Techint: dopo un fine lavoro di riequilibrio dell'uso dei marchi e un massiccio lavoro sull'immagine coordinata in un gruppo sempre più articolato e in crescita abbiamo realizzato una cartelletta a tre tasche che raccogliesse e spiegasse l'azienda ai nuovi arrivati. Il materiale era tanto e stratificato, da qui la scelta di schede di vari formati e piccole brochure. Per raccontare le varie aree senza rompere delicati equilibri o protagonismi abbiamo scelto di non utilizzare materiale fotografico (spesso molto variegato e di qualità non costante) optando per  illustrazioni dall'impatto più accattivante. La scelta è caduta su Paolo Daltan, capace di raccontare bene realtà non facili considerando il soggetto, dandogli spessore, colore e un appeal non scontato.